Il cubo Giuliano 

Sfatiamo ancora una volta la falsa credenza che la scuola sia il luogo dove imperano la noia, le regole rigide e i saperi ammuffiti, raccontando un episodio che si colloca nella quotidianità di una realtà vivace e dinamica dove studenti e insegnanti vivono, si confrontano, studiano, lavorano, imparano il rispetto delle regole e i principi della convivenza, in spazi, in aule, che spesso a causa della loro natura “povera e disadorna” offrono, paradossalmente, maggiori opportunità per stimolare le soluzioni creative. Proprio in questo contesto i ragazzi della 2D e la loro insegnante di arte, in occasione del concorso “Uno stravagante maestro” su Giulio Romano hanno realizzato il “CUBO GIULIANO” che sarà in mostra presso “Villa Balestra” dal 2 al 9 febbraio. 

Di seguito il racconto, da parte della docente di arte Silvia Grande, di come è nato e si è  sviluppato il progetto: 

“Tornati in classe, dopo aver visitato la mostra dedicata a Giulio Romano, abbiamo sfogliato il catalogo per ripercorrere quanto avevamo visto dal vivo. La ricerca di cosa fare non è stata semplice ma eravamo certi di non voler realizzare solo disegni in bidimensionale. Le proposte da parte dei ragazzi sono state tante e a volte assolutamente irrealizzabili ma, quando un giorno li ho richiamati perché erano più impegnati a seguire un compagno che tentava di risolvere il cubo di Rubik anziché le attività di arte, si è accesa la lampadina che ci ha portati a immaginare il nostro cubo “giuliano”. Dopo una preliminare ricerca tra i vari tutorial in rete, con la collaborazione dell’insegnante di tecnologia i ragazzi hanno realizzato, passo dopo passo la struttura del cubo magico e i disegni che ne decorano le facce. Naturalmente ci sono stati diversi momenti in cui, tra i prodotti e le idee di tutti, è stato necessario operare delle selezioni. I ragazzi si sono confrontati, hanno talvolta litigato, ma hanno anche trovato degli accordi e, infine, giocato con il loro cubo. La nostra “opera” oltre ad essere un evidente tributo a Giulio Romano porta in sé molti significati: deve essere partecipata, nel senso che bisogna toccarla, anzi, bisogna giocarci per poter essere vista in tutte le sue parti. E’ fragile, non è perfetta ma ci consente di vedere simultaneamente più opere di Giulio Romano!”

 

logoIstituto Comprensivo 3

Ufficio Relazioni Pubblico

Via della Conciliazione, 75
46100 Mantova
Tel.: +39 0376 32 64 96
Fax: +39 0376 36 05 86
Mail: MNIC83600P@istruzione.it
PEC: MNIC83600P@pec.istruzione.it
Codice Meccanografico: MNIC83600P
Codice Fiscale: 93019030209
Fatturazione Elettronica: UFY315

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0